INFOGRAFICA: compagnie aree, i costi per chilometro

INFOGRAFICA: compagnie aree, i costi per chilometro

Diciamo subito che semplice non è individuare il costo esatto in base al chilometraggio praticato da una qualsiasi compagnia aerea per quanto riguarda i voli sia internazionali che nazionali. Esiste però un solo rapporto datato 2014 che analizzava i prezzi praticati per chilometro negli ultimi tre mesi del 2013 per quanto riguardava 70 milioni di voli nel mondo. L’analisi rendeva noto che i voli internazionali presentano un risparmio maggiore, in termini di euro per chilometro, rispetto ai voli a tratta nazionale con un occhio di riguardo per quelle tratte praticate da un numero considerevole di compagnie aeree.

INFOGRAFICA: compagnie aree, i costi per chilometro

SEAir, più economica di Ryanair?

Volendo analizzare le principali compagnie aree mondiali riscontreremo, come peraltro riportiamo su questa infografica, che il primato tra le compagnie aeree più economiche spetta a SEAir, una compagnia low cost di recente formazione (2012) con sede principale nelle Filippine, il prezzo medio è pari a 1,57 euro per chilometro. L’indonesiana Mandala Airlines supera invece la soglia dei 2 euro di appena 5 centesimi di euro per ogni chilometro percorso. Poteva mancare Ryanair? Nelle prime tre posizioni di questa particolare classifica troviamo infatti la compagnia low cost europea per eccellenza che riesce a mantenere un costo di appena 2,15 euro per chilometro per ogni volo Ryanair praticato!

Un’altra compagnia che si sta facendo largo ultimamente tra le low cost è l’ungherese WizzAir capace di distaccarsi da poco dai prezzi per chilometro di Ryanair fissando la soglia a 2,42 euro! Interessanti i posizionamenti delle compagnie asiatiche, quali Tiger Singapore e AirAsia X capaci di mantenere canoni in euro per chilometro al di sotto dei 3,20 euro.

La compagnia aerea più cara

Come è visibile sulla nostra infografica, i prezzi possono però raggiungere anche cifre vicine ai 15 euro per chilometro. Parliamo per esempio della Darwin Airline che presenta prezzi per chilometro pari a 14,62 euro; il perché va ricercato nel carattere prettamente regionale del servizio svolto, peraltro con piccoli aerei spesso di tipo SAAB 2000 o ATR 72. Lo dicevamo che i voli a carattere nazionale spesso subiscono le maggiori incombenze in termini di euro per chilometro. La forbice si riduce a partire dalla Croatia Airlines fino alla Intersky con prezzi vicini agli 11 euro per chilometro percorso. Anche in questi casi le flotte sono spesso interessate da piccoli velivoli capaci di ridotte quantità di carico pagante per lo più utilizzati per tratte regionali o piccoli spostamenti nazionali. I costi più alti sono giustificabili in tal senso.

È facile però raggiungere prezzi per chilometro sensibilmente ridotti sulle tratte nazionali quando queste vengono coperte da un numero considerevole di compagnie aeree, un caso interessante è proprio quello italiano dove i collegamenti sono garantiti da un buon numero di compagnie aeree.

Di conseguenza chiunque volesse acquistare un qualsiasi volo dovrebbe tener conto proprio di questi fattori e puntare più su quegli aeroporti maggiormente coperti (quindi da un diversificato numero di compagnie aeree) per ottenere risparmi maggiori sul biglietto finale oltre che una maggiore flessibilità negli orari. Ora che ne sapete di più tenete bene a mente come ragionare prima di acquistare un biglietto aereo!