vulcani famosi

I 20 Vulcani più famosi al mondo

Esistono in natura poche cose imprevedibili quanto i vulcani. Con la loro cenere, la lava, i lapilli, i vulcani sono testimonianza della devastante potenza della natura.

I nostri avi addirittura veneravano la loro forza mortale, oggi vi segnalo quelli che sono i 20 più famosi ed importanti secondo la NASA.

Partiamo alla scoperta dei vulcani di Eurasia e Oceania.

1. Mount Bromo è uno dei tanti picchi della catena Caldera Tengger nell’isola di Java. E’ uno dei siti più fotografati del luogo ed è facilmente riconoscibile anche dal cielo, dato che quasi tutta la vetta è stata spazzata via dalle eruzioni. Rimane quindi un ampio cratere dal quale esce continuamente fumo.

2. Il Nea Kameni è una rarità, visto che è uno dei pochissimi vulcani la cui sommità emerge direttamente dal mare. Creato dall’eruzione del 1707- 1711, il Nea Kameni ha eruttato anche nel 1866, acquistando la forma che ha oggi.

3. Il Vesuvio è famoso per la devastante eruzione del 79 A.C. che distrusse Ercolano e Pompei, uccidendo chiunque non fosse scappato in tempo. Il Vesuvio ha erutato circa 50 volte da allora, spesso con effetti altrettanto gravi. E’ ritenuto il vulcano più pericoloso al mondo e ha una popolazione di 3.000.000 di persone che vivono alle sue pendici.

4. Il vulcano del Mount Belinda si trova nella remota isola di Montagu, nelle South Sandwich Islands, ed era ritenuto inattivo fino alla sua inaspettata eruzione del 2001, dalla quale non si è più fermato.

5. Quest’eruzione dell’Etna è stata immortalata il 30 ottobre 2002 e fu una delle più intense. E’ stata preceduta da una derie di terremoti che hanno scosso la Sicilia per tutto il mese di ottobre.

6. La cima perfettamente simmetrica, sempre innevata del monte Fuji è forse uno dei luoghi più conosciuti del Giappone. Situato ad ovest di Tokio, questo vulcano ha eruttato 16 volte a memoria d’uomo, l’ultima circa 300 anni fa.

7. Mount Merapi si trova anch’esso nell’isola indonesiana di Java e ha eruttato diverse volte nell’ultimo secolo, con effetti devastanti. Centinaia di piccoli villaggi si trovano alle sue pendici e la principale città dell’isola, Yogyakarta, dista appena 18 miglia. La peggiore eruzione si è verificata nel 1930 e ha ucciso più di 1000 persone.

8. Mount Egmont, in Nuova Zelanda, ha eruttato per l’ultima volta nel 1755 ed è ora parte del Egmont National Park, che ha protetto la foresta che si estende per un raggio di ben 9.5km dalla sommità del vulcano.

9. Come molte delle isole del Pacifico, l’isola Bouganville dell’arcipelago delle Solomon ospita 3 grandi vulcani: il Mount Balbi, il Mount Bagana e il Mount Takuan. Il Bagana è l’unico vulcano attivo fra i tre.

10. Fra le isole di Sumatra e Java si trova un turbolenti vulcano con una importante storia di eruzioni alle spalle: Anak Krakatau. E’ stato creato dall’eruzione del vicino vulcano Krakatau che esplose nel 1883. Quella è la più intensa eruzione mai registrata, che portò addirittura allo scoppio dell’intero vulcano. “Anak Krakatau” significa infatti “figlio di Krakatau”, e questo figlio continua a crescere in altezza dal 1927 ad oggi.

Spostiamoci ora in Africa e in America.

11. Nel deserto dell’Arabia Saudita esistono campi di lava conosciuti come Harrat Khaybar. Frutto di 5 milioni di anni di eruzioni in un’area di 100 km hanno dato vita a questi campi che ricordano molto i paesaggi lunari.

12. Mount Cleveland si trova nelle Aleutian Island, in Alaska, ed è ancora attivo.

13. Il vulcano Nyamuragira, nelle Repubblica Democratica del Congo, ha eruttato per l’ultima volta nel novembre 2006 ed è inserito fra i vulcani più attivi del mondo, dato che erutta regolarmente ogni due/tre anni.

14. Il Mount St. Helens si trova nello stato di Washington, nel nordovest degli Stati Uniti ed ha eruttato per l’ultima volta nel 1980, uccidendo 57 persone e ricoprendo di lava e cenere circa 230miglia di area circostante.

15. Ol Doinyo Lengai, “la montaglia di Dio”, in lingua Masai, toccai i 2900 metri d’altezza nel Rift dell’Africa dell’Est, Tanzania del Nord. SI trova vicino ai parchi nazionali del Ngorongongo e del Serengeti. E’ lunico vulcano che erutta lava carica di carbonio invece della consueta lava silicata, comune in tutti gli altri vulcani.

16. Il vulcani Cotopaxi, nel Cotopaxi National Park, si innalza per 5.897 metri sul livello del mare ed è ritenuto come il vulcano più attivo del mondo. Durante l’eruzione del 1877 i getti piroclastici raggiunsero i 100km di altezza. La sua ultima eruzione si è verificata nel 1942.

17. Il vulcano Colima è il più attivo del Messic e ha eruttato 40 volte dal 1576 ad oggi. Si stima che sia attivo da almeno 5 milioni di anni e continua ancora oggi a spaventare la popolazione, i cui villaggi nella zona vengono evacuati ogni paio d’anni per minacce di eruzioni catastrofiche.

18. Il Kilimangiaro è forse il vulcano più noto al mondo. Ora inattivo, raggiunge l’altezza di 5.895 metri e l’ultima eruzione risale a ben 100.000 anni fa.

19. L’Ubinas è il vulcano più pericoloso del Perù. Il 21 aprile del 2006 una serie di esplosioni costrinse gli abitanti ad evacuare la zona.

20. I crateri dell’Arkenu, in Libia, sono crateri di impatto che si formarono simultaneamente circa 140 milioni di anni fa. I crateri misurano uno 10km e l’altro 6.8 km di diametro.